Scuola dell'infanzia
La proposta didattica viene strutturata a partire dall’importanza di avviare i bambini, già dai primi anni di vita, all’esplorazione e alla conoscenza di ciò che li circonda anche in chiave scientifica.

Il progetto trova nei contenuti delle COSE e della NATURA uno stimolo al coinvolgimento e alla partecipazione dei bambini puntando sull’interesse, sulla curiosità e sul piacere che proprio i bambini di questa fascia d’età provano nel "giocare” con gli oggetti, con l’acqua, le ombre, i colori, etc.

La didattica rivolta a questa fascia di età è legata alla nozione di gioco intesa in senso ampio: sono gioco l’esplorazione dei materiali e dei reperti, l'osservazione di fenomeni, la manipolazione di oggetti così come le attività di gruppo più tradizionalmente utilizzate nella pratica educativa odierna.

Questo interesse di base costituisce il punto di partenza per un iniziale percorso di educazione scientifica volto ad avvicinare i bambini a questo mondo e al suo linguaggio.

La sezione ha personale dedicato e specificamente preparato per questa fascia di pubblico.

Musì scopre i colori e le bolle di sapone

La scoperta dei colori e delle loro luci, le ombre e i loro colori, l’arcobaleno e le trottole che "mangiano” i colori dell’arcobaleno, i colori delle bolle di sapone, le bolle che "sbagliano” forma e quelle che non scoppiano mai (o quasi), tutto in compagnia di Musì, un simpatico extraterrestre molto ma molto curioso.

Musì scopre i suoni

La percezione del rumore: Cosa fa rumore e cosa no. Cos’è un rumore e come si fa.
Distinzione e selezione di suoni e rumori: I rumori delle cose e della natura. Rumori sbattuti e rumori soffiati.
Produzione di rumori: Ascoltare e rifare. Dal rumore al suono. Tanti suoni insieme… piccolo concerto finale.
Tutto in compagnia di Musì, un simpatico extraterrestre molto ma molto curioso.

Musì scopre i 4 elementi

La scoperta dei quattro elementi fondamentali, gli stati della materia e l’energia, tramite: ricerca delle caratteristiche materiali, sonore, di movimento; i colori e le forme d’acqua, d’aria, di terra e di fuoco; i suoni d’acqua, d’aria, di terra e di fuoco; individuazione di materiali facilmente reperibili, le cui caratteristiche permettano di costruire legami associativi con quelle dei quattro elementi (acqua, gesso, vapore, sassi, terra, cera, carta velina, sabbia…); costruzione di strumenti d’acqua, d’aria, di terra e di fuoco con i materiali individuati durante il percorso. Anche qui Musì, l’extraterrestre, è il protagonista assoluto

Musì scopre le gocce d'acqua

L’acqua e la sua "stretta”: sensazioni legate alle caratteristiche dell’acqua. Trasparenza ed effetti ottici: oggetti dentro e fuori dall’acqua. La forma dell’acqua. Chi galleggia e chi no. Animali che camminano sulla pelle dell’acqua: la tensione superficiale. Fiori che "dormono”: la capillarità. Musì accompagna i bambini alla scoperta dell’acqua e delle sue trasformazioni.

Musì gioca con il sentire

I sensi ci aiutano a scoprire e conoscere la realtà intorno a noi. Utilizzandoli tutti assieme non ci accorgiamo con quale dei sensi stiamo esplorando. A volte poi i sensi ci ingannano facendoci credere di sentire, udire, vedere qualcosa che in realtà non c'è. In questo laboratorio, attraverso il gioco, faremo esperienza degli inganni dei sensi e impareremo a vedere con le mani, a toccare i suoni, ad annusare senza guardare. Saremo aiutati da Musì, un extraterrestre curioso, che ha bisogno degli umani per scoprire come funzionano i sensi sulla terra.